CNOS FAP SALUZZO E GIORNATA DELLA MEMORIA

Come ogni anno il CNOS FAP di Saluzzo è invitato a partecipare ad un momento di riflessione e lettura coinvolgendo direttamente gli studenti presso la Sinagoga del nostro Comune. Iniziativa nata per ricordare lo sterminio degli ebrei a cura del Sig. Sandro Capellaro, cerimoniere della Giornata, nominando i concittadini ebrei e i deportati politici uccisi nei campi di concentramento. Tanti gli studenti che attivamente hanno presenziato in Sinagoga e al cimitero ebraico di Saluzzo.  Riprendendo le parole scritte da Beppe Segre, rappresentante della comunità ebraica di Torino " Chiedo ai ragazzi delle Scuole, ai giovani qui presenti: considerate questo il compito che vi è affidato, dipende da voi che quanto è successo non si ripeta mai più, battetevi perchè si possa diffondere l'umanità". Compito dunque importante  sottolineato anche durante gli interventi del Monsignor Cristiano Bodo e del sindaco Mauro Calderoni.   Quattro studenti del Centro, invece si sono recati a Torino al Palaruffini insieme a un formatore per partecipare alla cerimonia organizzata dall’Associazione Treno della Memoria, che ha visto come momento centrale la testimonianza di Oleg Mandic, l'ultimo bambino a uscire vivo da Auschwitz. Accanto a lui sul palco rappresentanti della Comunità ebraica, dell’Anpi e dell’Aned. L’appuntamento fa parte del progetto Treno della Memoria, viaggio che ha per tappe Praga e Cracovia, a cui parteciperanno i quattro ragazzi dall’8 al 16 febbraio. Il comune di Saluzzo e l’ANPI hanno sostenuto quest’iniziativa importante, che ha come finalità il far conoscere alle nuove generazioni i luoghi dei campi di concentramento e i musei della memoria, per non dimenticare gli orrori della storia. Il viaggio è preceduto da due incontri di formazione con gli educatori dell’associazione.