PROGETTO APES

Saluzzo-  La nuova collaborazione tra la cooperativa sociale "L'Airone", Associazione di genitori per i bambini, organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS), con sede in Manta e il CNOS-FAP di Saluzzo ha come obiettivo quello di sensibilizzare i nostri ragazzi del Centro di Formazione Professionale Salesiano alla consapevolezza di chi vive intorno a sé e di quanto è importante provare a mettersi in gioco anche con le persone con disabilità. Il Progetto APES (aperti per esperienze solidali) ha lo scopo specifico di creare competenze, anche minime, richieste dalla realtà produttiva territoriale, nei soggetti diversamente abili alla fine del corso di studi della scuola secondaria, tramite lo svolgimento di esperienze in attività che sappiano coniugare il trinomio agricoltura-disabilità- lavoro. Il progetto si prefigge quindi di orientare-indirizzare il ragazzo che intende sviluppare e migliorare le proprie potenzialità cognitive ed operative in altri contesti formativi, in esperienze professionali e prevede la collaborazione tra le scuole del territorio saluzzese e limitrofo per l’organizzazione e svolgimento delle attività. Il CNOS-FAP ha scelto di essere parte del Progetto coinvolgendo i ragazzi del Primo anno del settore Acconciatura supportati da alcuni dei ragazzi del Quarto anno e gruppi di ragazze del settore estetico al secondo e Terzo anno. Dieci sono gli incontri che coinvolgono i nostri allievi di laboratorio nel Progetto APES, che si concluderanno con una festa finale a dicembre. Il Mercoledì mattina è quindi diventato un momento molto atteso per noi formatori e per gli accompagnatori delle tre ragazze: un’educatrice dell’Associazione Airone e un insegnante di sostegno che restano con noi a monitorare le attività in laboratorio. Mattinata quindi dedicata alla cura di sé, alla sensibilizzazione e socializzazione con i nostri allievi, sempre sotto lo sguardo professionale della formatrice di laboratorio. Belli gli appuntamenti organizzati a tema in base alle festività e ricorrenze e grazie anche al supporto di una ex allieva con la passione della fotografia, le attività di trucco e parrucco si concludono con un servizio fotografico divertente e semirealistico con protagonisti le ragazze della Cooperativa: Giulia, Rosa ed Alessandra e i nostri allievi. D.C. “In ognuno di questi ragazzi, anche il più disgraziato, v’è un punto accessibile al bene. Compito di un educatore è trovare quella corda sensibile e farla vibrare.” Don Bosco