RICOMINCIAMO RAGAZZI E RAGAZZE!

Si è conclusa la settimana di accoglienza per le classi 1°-2°-3° e 4° dei percorsi di Acconciatura, Estetica, Panetteria/Pasticceria e Turismo del CNOS-FAP di Saluzzo.
Riassumiamo con due parole l’esperienza: entusiasmo e ascolto.
L’equipe educativa e i tutor delle classi hanno gestito le attività di accoglienza nella prima settimana di scuola.
Le prime hanno iniziato la mattinata con una lettura intitolata “Il guerriero della Luce”, la grande storia di un giovane guerriero che fa tornare l’uomo moderno alla sua natura originaria fatta di sogni e magie, di desideri che contornano un cammino chiamato crescita; momento dunque di confronto e conoscenza reciproca per aprire il nuovo anno scolastico.
Le Seconde e le Terze si sono invece concentrate sui momenti di ascolto delle figure individuate come mediatori tra i servizi del territorio e la nostra utenza. La Caritas, il Servizio Civile, Don della Casa salesiana di Saluzzo e del Duomo di Saluzzo, ex allievi e formatori si sono resi disponibili alle interviste dei ragazzi, rispondendo a domande legate al periodo del lock down e al senso di un nuovo inizio.
Al termine delle interviste è stato interessante il momento di condivisione tra tutor e gruppo classe, divisi ognuno nelle proprie “bolle”, date le restrizioni Covid, ma uniti dalla voglia di rimettersi in gioco e raccontarsi.
Anche i momenti ludici sono stati di rinforzo per i ragazzi che da mesi non si erano più incontrati.
Si sono così concluse le attività di accoglienza con foto scattate dai ragazzi, riguardanti argomenti legati al distanziamento sociale e al senso di responsabilità, concetti essenziali per un nuovo inizio in sicurezza. “UNO SOLO è IL MIO DESIDERIO: VEDERVI FELICE NEL TEMPO E NELL’ETERNITA' ” Don Bosco      

RIPARTENZA IN SICUREZZA

SI RIPARTE IN SICUREZZA Il nostro centro si appresta a ripartire con precise regole anti Covid19 da seguire:  
  • La mascherina va sempre indossata già in prossimità dell’entrata. Per le mascherine usate ci saranno contenitori appositi.
  • Il primo giorno di scuola verranno consegnate 2 mascherine chirurgiche lavabili e 1 gel igienizzante.
  • Igienizzare le mani subito dopo l’entrata in sede con il gel messo a disposizione all’ingresso
  • Verrà misurata la febbre prima dell’entrata presso la struttura (a partire dalle 7.50 o dalle 50). Se la temperatura è superiore a 37.5° non sarà consentito entrare. Verrà chiamata la famiglia, la quale dovrà venire a prendere il ragazzo.
  • Prima di firmare il registro igienizzare le mani.
  • L’intervallo sarà di 10 minuti e verrà effettuato a scaglioni per non creare assembramento.
Mattino (9.50----10.00----10.10) Pomeriggio (14.50----15.00----15.10)  
  • Quando ci sarà il laboratorio pratico l’allievo dovrà portare un sacchetto per poter mettere gli indumenti al suo interno.
  • Mantenere sempre 1 metro di distanza.
  • Nei laboratori va sempre indossata la mascherina.
  • Nel caso in cui l’orario di lezione comprenda l’intera giornata, dalle 12.00 alle 13.00 l’allievo dovrà uscire dall’istituto per la pausa pranzo.
  E’ previsto un patto di corresponsabilità tra famiglie e istituto sottoscritto da entrambe le parti. Patto di Corresponsabilità COVID-19 Per quanto riguarda le assenze:
  • se l'allievo è stato assente 1 o 2 giorni per motivi di salute serve il foglio di autocertificazione della Regione  autodichiarazione_assenza_scuola_motivi_salute_non_sospetti_covid-19
  • se l'allievo è stato assente da  tre giorni in su per per motivi di salute serve il  foglio del medico
  • se l'allievo è stato assente non per motivi di salute è sufficiente la giustificazione sul diario, ma non è valida l'indicazione “per motivi familiari” e/o “personali”, ma bisogna scrivere  per esteso la ragione dell’assenza (esempio visita dentistica) oppure portare allegati di visite o altro che certifichi l'evidenza
Infine il nostro Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione passerà nelle classi informando e approfondendo ulteriormente le regole da seguire durante le attività scolastiche. PRESENTAZIONE REGOLE COVID-19     Il Centro si impegna ad informare gli allievi e le famiglie in caso di aggiornamenti.              

SI RIPARTE!

Siamo pronti per ricominciare! Tutte le famiglie hanno ricevuto tramite email o classroom le regole anti Covid che i ragazzi dovranno seguire durante l’anno. Ecco di seguito il programma dell’avvio dell’anno formativo 2020/2021: CLASSE PRIME L'attività formativa per tutte le classi prime inizierà LUNEDI’ 21 settembre 2020 alle ore 8. Per via dell’emergenza sanitaria non ci sarà la consueta accoglienza ad Alassio, ma è prevista una mattinata di “benvenuto” organizzata dall’Equipe Educativa martedì 22 settembre.   CLASSI SECONDE L'attività formativa per tutte le classi seconde incomincerà MARTEDI’ 22 settembre 2020 alle ore 8. E’ prevista una mattinata di “bentornati” organizzata dall’Equipe Educativa, volta a riflettere sul tema delle relazioni.   CLASSI TERZE L'attività formativa per tutte le classi terze incomincerà MERCOLEDI’ 23 settembre 2020 alle ore 8. E’ prevista una mattinata di “bentornati” organizzata dall’Equipe Educativa, volta a riflettere sul tema dell’io al servizio degli altri.   CLASSI QUARTE L'attività formativa la classe quarta del diploma tecnico professionale di acconciatura incomincerà GIOVEDI’ 24 settembre 2020 alle ore 8. E’ prevista una mattinata di accoglienza organizzata dall’Equipe Educativa, volta a riflettere sul tema sia delle relazioni che dell’io al servizio degli altri.                                                                                              

Alleghiamo la lettera predisposta dalla Direttrice del Centro.

                                                                                 

Il saluto della direttrice

                                                                                     

PARTENZA PER IL CORSO LIS

Con la ripartenza dell’anno formativo, si è finalmente riusciti a far partire il corso  “Tecniche di lingua italiana dei segni e assistenza alla comunicazione - LIS1”, attività finanziata al 70% dalla Regione Piemonte e dal Fondo sociale europeo all’interno della direttiva FCI (formazione continua individuale) per adulti occupati.Il corso prevede l’impegno di due sere a settimana (Martedì e Giovedì) per un totale di 60 ore e ieri Martedì 15 Settembre si è concluso il primo incontro. Per il nostro centro di formazione è diventata ormai una tradizione e una delle poche possibilità nella zona per poter seguire un corso con queste tematiche. Al termine del corso base è possibile seguire anche il corso intermedio e l’avanzato (aperti anche a chi in passato ha già seguito corsi da no o che abbia conoscenze dimostrabili nella materia). L’obiettivo del corso LIS (Lingua Italiana dei Segni) è quello di dare le competenze base ai corsisti interessati ad imparare la Lingua utilizzata dalle persone sorde. Una lingua a tutti gli effetti dotata di grammatica e sintassi utilizzata dalle persone sorde ed è utile soprattutto per le persone che lavorano nel mondo educativo (insegnanti, assistenti alla comunicazione, educatori).  Dietro ad una lingua c’è sempre una cultura e i nostri corsisti del CNOS-FAP di Saluzzo potranno, grazie all’insegnante sorda scelta dall‘Associazione ENS di Cuneo, fare un bagno nella sordità e conoscere la bellezza dei segni, della cultura sorda e delle espressioni utilizzate durante i dialoghi. Oggi ancora di più ci si interroga sul bisogno di comunicare anche tramite gli occhi, visto l’obbligo di mascherina e il conoscere soluzioni diverse diventa arricchente anche a livello personale. Un corso quindi che punta a conoscere da vicino la disabilità sensoriale, perché il lavoro educativo-assistenziale con i disabili, in generale, prevede l'attivazione di competenze specifiche e capacità teoriche e pratiche di intervento per migliorare i servizi offerti con metodologie più innovative, più appropriate e soprattutto più efficaci. Un grazie quindi alla disponibilità dei Referenti del Corso che sono riusciti rispettando le procedure sanitarie anti Covid-19 ad organizzare nuovamente un’occasione di apprendimento sul territorio saluzzese. Per informazioni: 0175248285 o info.saluzzo@cnosfap.net      

L’ARTE DEL RICOMINCIARE

Il nuovo anno di Formazione Professionale è ormai alle porte e tutto il personale del CNOS-FAP di Saluzzo ha scelto di iniziarlo con una mattinata dedicata “all’arte del ricominciare” presso la Comunità Cenacolo a San Lorenzo (Saluzzo).  “Siamo tutti sulla stessa barca”, ora più che mai, soprattutto in questo periodo così variabile, incerto e faticoso dovuto alla situazione di emergenza che tutti ben conosciamo. La barca un simbolo biblico, ma anche il fulcro della cappella della Comunità che abbiamo avuto l’onore di visitare durante il ritiro tenutosi Mercoledì 2 Settembre.
L’importanza di questo simbolo è legata soprattutto all’impegno ascetico della persona, impegno e fatica che abbiamo potuto ascoltare dalle preziose testimonianze dei ragazzi della Comunità.
I ragazzi della Comunità ci hanno ospitato nella loro Casa e lì è iniziata una mattina di emozioni e momenti di scambio e preghiera insieme a Don Enrico Lupano Responsabile delle visite di Valdocco. “Una fatica, ma anche un’opportunità. Bisogna imparare l’arte di ricominciare” così ha inizio la lettura preparata dal Don per noi formatori, Direzione e segreteria del CNOS-FAP di Saluzzo.
L’INIZIO un tema molto importante per il mondo Cristiano, in particolare per i salesiani, perché “l’inizio contiene tutto” e in ugual modo avere una giornata dedicata pensando al nostro rientro e a quello dei ragazzi del Centro è stato molto arricchente.
Tanti gli accenni sul tema dei sogni legati a San Giovanni Bosco, argomento che richiama alla vita, ma anche al nostro inconscio che può rivelare le nostre paure nascoste o i nostri desideri. Sogni e speranze raccontati anche dai ragazzi del Cenacolo che hanno scelto di sognare la libertà da quelle dipendenze, dandosi così una nuova occasione. Noi come team di un Centro Salesiano non possiamo che ammirare la forza di chi vuole rimettersi in gioco e prendere esempio facendo da ponte per la crescita dei nostri alunni.
Un grazie per l’organizzazione della giornata di ritiro, conclusasi con un pranzo conviviale, va’ ai ragazzi della Comunità Cenacolo, a Don Lupano e ai Don della casa salesiana di Fossano, Don Graziano Ceschia e Don Gianpaolo Delsanto che hanno celebrato la Santa Messa accompagnati dal coro della Comunità.