TERZO PREMIO SPECIALE AL CNOS-FAP DI SALUZZO

Educazione Ambientale: meno spreco più soluzioni, Progetto CSEA al Centro di Formazione Professionale
Il CNOS-FAP DI SALUZZO in questi mesi ha deciso di partecipare al Progetto del consorzio SEA che promuoveva un percorso didattico rivolto alle scuole secondarie di primo e secondo grado del territorio di competenza relativo all’a.s. 2020/2021. Progetto coerente al percorso di Educazione Ambientale già in atto grazie a Green Monviso finanziato dalla Fondazione CRC.
L'obiettivo di CSEA è stato quello di coinvolgere le scuole del territorio trasmettendo agli studenti le motivazioni per una corretta gestione dei rifiuti e le nozioni fondamentali per perseguirla, diventando così attori fondamentali nel processo di miglioramento ambientale del territorio.
La proposta didattica  prevedeva la realizzazione di un VIDEO WEB “SOLUZIONI ALLO SPRECO DI CIBO” raccontando una possibile soluzione per diminuire lo spreco di cibo. La classe 2° OPERATORE AI SERVIZI DI PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA: STRUTTURE RICETTIVE (PER IL TURISMO DEL TERRITORIO) è stata la classe che ha realizzato il video di 3 minuti che con progettazione, interviste ed attività in laboratorio ha rielaborato una soluzione allo spreco di cibo.
Venerdì 28 Maggio è avvenuta la premiazione ufficiale con i rappresentanti CSEA e le scuole e possiamo con grande gioia dichiarare che la classe 2°TURISTICO del CNOS-FAP di Saluzzo ha vinto il 3° premio speciale, i soldi assegnati verranno utilizzati nell'ambito della classe in coerenza con le tematiche ambientali progettando nuove attività nell'anno formativo 2021-2022.
Un ringraziamento và dunque agli organizzatori della CSEA, i formatori e i ragazzi si sono messi in gioco e  ci hanno creduto fino in fondo.
"Dalla buona o cattiva educazione della gioventù dipende un buon o triste avvenire della società."
Don Bosco

CONCORSO NAZIONALE UNICO, una bellissima esperienza

Si è conclusa Mercoledì 06.05.2021 la maratona dei tre giorni del CNAU 2021 (Concorso Nazionale Unico dei capolavori realizzati dai ragazzi iscritti alla iefp del CNOS Fap in Italia).

Il Concorso ha coinvolto diverse aree: Matematico scientifica, Linguaggi e Digitale e gli iscritti sono stati 76 allievi/e appartenenti a 19 CFP.
Le squadre erano composte da 4 studenti per CFP e i nostri ragazzi facevano parte dei corsi del Terzo anno di OPERATORE DELLA TRASFORMAZIONE AGROALIMENTARE-PANIFICAZIONE, PIZZERIA E PASTICCERIA, OPERATORE DEL BENESSERE-ESTETICA e uno studente DELL’OPERATORE DEL BENESSERE-ACCONCIATURA.


Il Concorso è iniziato Martedì in digitale tramite piattaforma G meet, introdotto da Fabrizio Venere, Segretario Nazionale Didattica Digitale, insieme ad altri referenti dei settori interessati, i quali si sono trovati a dover re-inventare un concorso che fosse, in questo anno pandemico, uguale per tutti i centri.
Il tema del concorso era di organizzare una settimana di viaggio-studio in Irlanda. Le squadre hanno avuto un budget virtuale da utilizzare per svolgere le attività previste dalle prove: il viaggio, il soggiorno, i calcoli e i confronti, le visite, le prenotazioni, la gestione degli imprevisti.
La gestione delle attività del concorso ha interessato competenze nel campo della  logica, della matematica finanziaria, dell’informatica e del modo digitale in generale, elaborazione e racconto di un testo in lingua inglese, comprensione del testo ed elaborazione in lingua  Italiana e la realizzazione di un video finale.
Ogni prova aveva un punteggio, assegnato da una giuria : i ragazzi di Saluzzo non sono saliti sul podio, ma hanno avuto modo di lavorare per la prima volta insieme ad un Progetto innovativo e soprattutto in presenza.
Ingegno, strategie di cooperazione, amicizie nate partendo da una conoscenza superficiale per arrivare ad una identità che ha lavorato bene insieme portando ottimi risultati. Siamo dunque fieri del risultato ottenuto e abbiamo voluto chiedere l’opinione a loro, i veri protagonisti, i ragazzi:
Sabrina Ringrazio di essere stata scelta, perché essendo una persona molto timida ho conosciuto persone nuove e ho fatto parte di un progetto nazionale, che non avrei mai fatto. All’inizio è stato più difficile forse perché non ci conoscevamo ancora, ma il secondo giorno la modalità di lavoro è migliorata, Ringrazio anche i professori che ci hanno sostenuti.”
Marco “Questa esperienza mi è piaciuta, perché ha fatto uscire il lato collaborativo e l’organizzazione di tutti noi, ci siamo messi in gioco e così abbiamo creato un gruppo e nuove amicizie”
Elisa “Quest’esperienza mi ha fatto cambiare in meglio sia con me stessa che con le persone che non conoscevo e quindi mi sono aperta. Il nostro gruppo è nato per caso, ma con il passare dei tre giorni si è formata una bella squadra, ma anche un’amicizia. Quindi ringrazio tutti loro e anche i professori che hanno dato l’opportunità di partecipare”
Stefano “Nel partecipare al concorso non ero proprio del tutto convinto, non sapevo come mi sarei trovato con i miei compagni di squadra, ma devo dire che mi è piaciuto, mi sono divertito anche perché amo le sfide, più sono difficili meglio è! Detto ciò posso dire che è stata una bella esperienza, ben organizzata…un’esperienza che rifarei di sicuro!!!”