Consegna attestati di “Specializzazione tecnica superiore” dell’IFTS

Saluzzo - Sabato 26 ottobre, presso il Laboratorio del legno del Consorzio Saluzzo Arreda ad Isasca, all'interno della manifestazione "La scuola del legno" sono stati consegnati i certificati di "Specializzazione tecnica superiore" del corso IFTS "Tecniche per la realizzazione artigianale di prodotti del Made in Italy". 20 ragazzi/e hanno terminato a metà luglio il percorso e ora, a 3 mesi dalla conclusione,  il successo formativo è già al 65% (percentuale di ragazzi/e che hanno terminato il corso con successo e che ad oggi lavorano o continuano gli studi). In questa giornata, il direttore provinciale del CNOS Fap, Gianluca Dho ha "donato" una delle porte realizzate nel corso, nello specifico quella valutata col massimo dei voti, denominata "Porta Piemonte" alla Regione stessa, finanziatrice del corso insieme al FSE. Nel pomeriggio si è parlato in generale della formazione nel settore legno, dal corso "Addetto di falegnameria" in partenza per disoccupati, alla possibile futura nuova partecipazione ad un Bando per la reiterazione di questo IFTS nel 2020/21, fino a possibili nuovi scenari legati alla "Green economy" ed all'uso del legno come materiale eco-compatibile in edilizia. Il corso fu realizzato all'interno di una ATS nella quale il CNOS Fap (capofila) ha colalborato con: l'IIS Denina/Pellico/rivoira che proprio ad Isasca ha un suo percorso quinquennale di diploma di scuola secondaria superiore, l'Università di Torino con il Dipartimento di Marketing della Facoltà di Economia, la Bertolotto SPA ed il consorzio Saluzzo Arreda. Alla cerimonia erano presenti le principali istituzioni del territorio e le associazioni che hanno appoggiato il corso in fase di progettazione e di erogazione, quali Confartigianato Cuneo e Comune di Saluzzo con il "Polo del legno" del Saluzzese, all'interno del quale l'iniziativa era partita.
Arch. Paolo Trucco - Coordinatore del corso.

PROGETTO APES

Saluzzo-  La nuova collaborazione tra la cooperativa sociale "L'Airone", Associazione di genitori per i bambini, organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS), con sede in Manta e il CNOS-FAP di Saluzzo ha come obiettivo quello di sensibilizzare i nostri ragazzi del Centro di Formazione Professionale Salesiano alla consapevolezza di chi vive intorno a sé e di quanto è importante provare a mettersi in gioco anche con le persone con disabilità. Il Progetto APES (aperti per esperienze solidali) ha lo scopo specifico di creare competenze, anche minime, richieste dalla realtà produttiva territoriale, nei soggetti diversamente abili alla fine del corso di studi della scuola secondaria, tramite lo svolgimento di esperienze in attività che sappiano coniugare il trinomio agricoltura-disabilità- lavoro. Il progetto si prefigge quindi di orientare-indirizzare il ragazzo che intende sviluppare e migliorare le proprie potenzialità cognitive ed operative in altri contesti formativi, in esperienze professionali e prevede la collaborazione tra le scuole del territorio saluzzese e limitrofo per l’organizzazione e svolgimento delle attività. Il CNOS-FAP ha scelto di essere parte del Progetto coinvolgendo i ragazzi del Primo anno del settore Acconciatura supportati da alcuni dei ragazzi del Quarto anno e gruppi di ragazze del settore estetico al secondo e Terzo anno. Dieci sono gli incontri che coinvolgono i nostri allievi di laboratorio nel Progetto APES, che si concluderanno con una festa finale a dicembre. Il Mercoledì mattina è quindi diventato un momento molto atteso per noi formatori e per gli accompagnatori delle tre ragazze: un’educatrice dell’Associazione Airone e un insegnante di sostegno che restano con noi a monitorare le attività in laboratorio. Mattinata quindi dedicata alla cura di sé, alla sensibilizzazione e socializzazione con i nostri allievi, sempre sotto lo sguardo professionale della formatrice di laboratorio. Belli gli appuntamenti organizzati a tema in base alle festività e ricorrenze e grazie anche al supporto di una ex allieva con la passione della fotografia, le attività di trucco e parrucco si concludono con un servizio fotografico divertente e semirealistico con protagonisti le ragazze della Cooperativa: Giulia, Rosa ed Alessandra e i nostri allievi. D.C. “In ognuno di questi ragazzi, anche il più disgraziato, v’è un punto accessibile al bene. Compito di un educatore è trovare quella corda sensibile e farla vibrare.” Don Bosco

SALUZZO – Messa di inizio anno formativo

Giovedì17 ottobre, l’inizio dell’anno formativo nel Centro di Formazione CNOS-FAP di Saluzzo è stato sottolineato con la celebrazione eucaristica tenutasi al termine delle lezioni alla quale hanno partecipato la maggior parte degli allievi, i quali si sono recati alla Chiesa Maria Ausiliatrice di Saluzzo accompagnati dai formatori e dal personale del CFP con in testa il nuovo direttore Debora Gastaldi: il modo migliore per augurarsi “un buon anno formativo” nell’appuntamento consueto come da tradizione salesiana!
Hanno concelebrato la funzione liturgica Don Ceschia, Don Delsanto e Don Pirra, direttore della Casa Salesiana di Fossano. Doveroso il saluto rivolto all'ex-direttore Don Gabriele Miglietta, che dopo tanti anni di direzione dei Cfp di Saluzzo e Savigliano è stato inviato a svolgere lo stesso incarico nel CFP di Vercelli.
I ragazzi hanno partecipato in maniera attiva con letture, canti preparati dal coro del Centro di Formazione Professionale, e con momenti di condivisione e riflessione. In particolare si sono ripetute insieme tre parole che ci accompagneranno per tutto l’anno scolastico: “impegno, coraggio e fiducia”, che sono lo slogan da ricordare sempre ed in particolare nei momenti difficili che potrebbero capitare a tutti.
Un augurio particolare è stato fatto a tutti gli operatori del CFP perché possano svolgere il loro mandato proprio come ha indicato Don Bosco ai suoi Salesiani sin dalla prima opera: “Amate ciò che amano i giovani, affinché essi amino ciò che amate voi”.

La scuola del legno

Saluzzo - Sabato 26 ottobre al Laboratorio del legno di Isasca avverrà la consegna degli attestati del corso IFTS "tecniche per la realizzazione artigianale di prodotti del made in Italy", iniziato a novembre 2018 e terminato a luglio 2019. L'IFTS è un'attività nata all'interno del Polo del legno del saluzzese, tavolo di lavoro organizzato dal Comune di Saluzzo al quale partecipano le principali aziende artigiane e le associazioni datoriali del settore legno; in particolare, questo IFTS ha visto come partner la Bertolotto SPA, l'IIS Denina/Pellico/Rivoira, il dipartimento di marketing della facoltà di Economia dell'Università di Torino, il Consorzio Saluzzo Arreda e l'importante collaborazione con CNA Cuneo e Confartigianato Cuneo oltre ad altre realtà del territorio.
Sarà l'occasione per parlare, all'interno di un pomeriggio di incontri e conferenze, del futuro del settore, della formazione nel settore legno e delle nuove, possibili collaborazioni future.
Al termine sarà offerto un aperitivo organizzato con la collaborazione di Cnos Fap e Bertolotto spa.

FIRMATA LA CONVENZIONE TRA CNOS-FAP E CSV

Saluzzo- Dopo un anno di sperimentazione il Centro di Formazione Professionale CNOS-FAP di Saluzzo ha scelto di rinnovare la collaborazione con il centro Servizi per il Volontariato (CSV) “Società Solidale della provincia di Cuneo. In base ad una convenzione con la Regione Piemonte, Assessorato istruzione, e l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte realizza il progetto “Percorsi formativi alternativi alle sanzioni disciplinari” con l’obiettivo specifico di costruire percorsi educativi rivolti agli studenti degli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado sospesi dalla scuola, attraverso lo svolgimento di attività socialmente utili principalmente presso Organizzazioni di Volontariato e gli Enti del terzo settore. Il fine quindi dell’iniziativa è la costruzione di una rete di collaborazione tra le scuole ed il mondo del volontariato per favorire un reale e concreto confronto con i valori delle solidarietà e l’assunzione di stili di comportamento positivi, contribuendo alla formazione di una coscienza solidale e responsabile, ed un catalogo di opportunità per favorire la crescita di questi giovani. Il nostro Centro di Formazione ha scelto di cogliere questa opportunità firmando un protocollo d’intesa nel quale garantisce l’assunzione agli studenti coinvolti, il tutoraggio di ogni percorso e nomina e un referente per ogni partner (Forum del Volontariato, Istituto Scolastico ed Organizzazione del volontariato). I rapporti con le famiglie sono tenuti esclusivamente dai docenti referenti, per ogni studente viene ideato un percorso personalizzato, in accordo con il docente, che potrà essere realizzato al mattino, invece di frequentare le lezioni, o esclusivamente al pomeriggio, dopo la scuola. A conclusione di ogni attività l’associazione rilascia una sintetica relazione sul lavoro svolto e sul comportamento tenuto dal ragazzo che viene prontamente trasmessa all’insegnante. Il ragazzo invece compila un questionario sull’attività realizzata. Positivo è stato il rimando dei ragazzi coinvolti nelle attività, molti ragazzi hanno colto l’occasione per continuare i percorsi in autonomia con delle Associazioni, come ad esempio L’Oratorio Don Bosco o il Consorzio Monviso Solidale, attivando così percorsi di volontariato fino alla fine dell’anno passato. Durante il nostro percorso di crescita tutti noi cerchiamo qualcosa che ci aiuti a dare un senso alle nostre scelte e che ci mostri qual è la via da percorrere. Ci sono piccole esperienze che illuminano questa strada e a volte il punto di partenza di un lungo viaggio è molto più vicino di quello che potrebbe sembrare. Un GRAZIE quindi a tutte le Associazioni che scelgono di far parte del Forum del Volontariato, perché reputiamo questa un’occasione essenziale per educare i giovani a fermarsi e riflettere su ciò che il mondo offre. “L’essere buono non consiste nel non commettere mancanza alcuna: oh no! Purtroppo tutti siamo soggetti a commetterne. L’essere buono consiste in ciò: nello aver volontà di emendarsi” - Giovanni Bosco     D.C.                    

Nuovi corsi in partenza

Al CNOS Fap sede di Saluzzo sono aperte le iscrizioni a due corsi pomeridiano/serali aperti a disoccupati maggiorenni; i corsi, entrambi da 600 ore con 240 ore di stage in azienda, rilasciano la Qualifica professionale e sono gratuiti perchè finanziati dalla Regione Piemonte e dal Fondo Sociale Europeo.
Il primo percorso da Addetto Panettiere/Pasticcere (con nozioni di Pizzeria) si  svolge interamente presso la sede di Saluzzo e partirà in dicembre ; il corso da Addetto falegnameria si svolgerà in parte presso la sede di Saluzzo ed in parte presso il laboratorio del legno di Isasca (vicino Venasca), partirà al raggiungimento di 12 iscritti. Per maggiori informazioni potete rivolgervi presso la sede di Saluzzo in via Griselda 8 con orario Lun/ven dalla 8 alle 13 e dalle 14 alle 17, oppure potete mandare una mail a info.saluzzo@cnosfap.net o chiamare il numero 0175248285.