E…STATE PRESENTI!

Grazie all’accordo di collaborazione per il benessere e l’animazione sociale del Borgo Maria Ausiliatrice, come partner abbiamo sostenuto il  BANDO “DI NUOVO INSIEME” PROMOSSO DALLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO per il PROGETTO: “E…STATE PRESENTI!”
Il bando “Di nuovo insieme” promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo nasce per finanziare attività estive culturali, sportive, sociali ed educative: elemento prioritario per ripartire in modo graduale dopo l’emergenza sanitaria.
Nasce l’idea della Cooperativa Armonia e Caracol di presentare un progetto per i giovanissimi delle scuole secondarie inferiori: “E..state presenti”.
L’iniziativa va in continuità con i progetti in corso e con l’esperienza estiva degli ultimi due anni presso il Borgo Maria Ausiliatrice. Le attività proposte rientrano nella cornice di cura delle reti sociali con una particolare attenzione ai bisogni dei giovani e giovanissimi.
Il progetto si articola in un programma di attività ludiche e di socializzazione affini agli obiettivi del bando:
- riattivare relazioni e rapporti tra coetanei, - rafforzare il senso di comunità, - sostenere ed aumentare il benessere psicofisico, - offrire opportunità di socializzazione - aggregazione e occupazione positiva del tempo libero, - sostenere le famiglie nell’organizzazione / gestione dei figli in assenza di altri presidi educativi. Il CNOS ha accettato di ospitare i 20 ragazzi/e presso i laboratori di acconciatura e panetteria per far conoscere loro il mondo laboratoriale in un contesto salesiano.
Pomeriggi dunque estivi al CNOS-FAP di Saluzzo, che secondo le vigenti regole sanitarie ha permesso ad aspiranti giovani panettieri e acconciatori di sperimentarsi insieme ai Professional del Centro.
Un inizio di normalità con risate, nuove amicizie che ci fa sperare, anche per i nostri allievi, un nuovo anno scolastico in presenza.
“Amate ciò che amano i giovani, affinché essi amino ciò che amate voi”   Don Bosco

INCONTRI SULLA LEGALITA’ al CFP di Saluzzo

Grazie alla collaborazione tra il nostro Centro di Formazione Professionale Salesiano e l’arma dei Carabinieri, si continuano ad organizzare momenti di riflessione e confronto per affrontare tematiche già trattate nei percorsi didattici e molto vicine alla vita dei giovani. Questa mattina in Oratorio Don Bosco gli alunni del primo anno: (dell’operatore turistico, del benessere-acconciatura e di panetteria/pasticceria) hanno avuto modo di approfondire due argomenti riguardanti la legalità: bullismo/cyberbullismo e dipendenze. Tanti infatti gli interventi e le domande dei nostri studenti durante l'incontro con il Capitano Dell'Arma dei Carabinieri di Saluzzo: Giuseppe Beltempo.

CFP DAY 2020

Si è concluso Lunedì 10 Febbraio a Bra l’incontro annuale dei Centri salesiani CNOS-FAP del territorio cuneese. Alunni rappresentanti dei centri di Saluzzo, Savigliano, Fossano e ovviamente i padroni di casa Bra hanno partecipato al CFP Day 2020, in orario extra scolastico. Da Saluzzo 10 alunni sono stati accompagnati da una formatrice per tutta la giornata e nsieme ai ragazzi degli altri Centri hanno partecipato ai giochi, momenti di riflessione e testimonianze legate al tema scelto: la povertà. I Salesiani e i Don della Casa di Bra hanno introdotto la giornata introducendo le storie di due personaggi importanti: madre Teresa di Calcutta “Una donna povera, ma felice” e Pier Giorgio Frassati “Un giovane ricco che scelse di farsi povero”. Belli i momenti di gioco e di riflessione che hanno arricchito la giornata di festa dedicata ai giovani. Dopo il pranzo preparato dagli alunni dei corsi di panetteria-pasticceria un ultimo momento con un rappresentante della Caritas di Bra. Toccante quindi pensare ai nuovi poveri di oggi in una società dove spesso le persone che perdono il lavoro diventano agli occhi di tutti invisibili. I ragazzi di Saluzzo ringraziano per l’opportunità datagli e vogliono condividere con noi tutti un pensiero nato dalle loro riflessioni personali: “Non esiste povertà più grande della mancanza di amore nel proprio cuore”.

31 Gennaio: la Festa di Don Bosco

Con l'arrivo di gennaio tutta la comunità salesiana è in fermento: è il mese di Don Bosco! I Salesiani di don Bosco nel mondo sono 15.560 (contando vescovi e novizi), presenti in 131 nazioni. La loro presenza nei cinque continenti è suddivisa in otto Regioni, al cui interno operano 89 Ispettorie, bastano questi numeri per capire subito perchè è doveroso festeggiare insieme. Come ogni anno, il 31 gennaio (giorno in cui ricorre l’anniversario della sua morte, avvenuta nel 1888) si celebra la festa di San Giovanni Bosco, culmine del “Gennaio Salesiano”, che raggruppa tutte le iniziative attraverso le quali viene ricordato il fondatore dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice, dichiarato santo da papa Pio XI, la domenica di Pasqua del 1934 . Essendo  una vera festa per Don Bosco il poter prendere cura delle anime dei suoi giovani, il Cnos Fap di Saluzzo continua a trasmettere il carisma salesiano non solo tra le aule o i laboratori del Centro, ma soprattutto partendo dal luogo di culto della città di Saluzzo.
  • Venerdì 31 Gennaio 2020i Salesiani, i Formatori e Giovani che frequentano il Centro di Formazione Professionale Cnos-Fap festeggeranno e ricorderanno San Giovanni Bosco;
 
  • Domenica 2 Febbraio 2020,la Famiglia Salesiana di Fossano (della quale il CNOS FAP Saluzzo fa parte) e tutti coloro che a diverso titolo sentono il desiderio di RINGRAZIARE San Giovanni Bosco per quanto di grande e di bene ha fatto, si troveranno alle ore 11 nella Cappella dell’Istituto Salesiano di FOSSANO in via Verdi,  per la Santa Messa, per un breve momento di riflessione e di convivialità.
  In allegato la sintesi della lettera che don Bosco, all’inizio del mese di Aprile del 1858, dopo aver passato alcuni giorni nella casa da lui fondata a Borgo San Martino vicino a Casale Monferrato, rientrato a Torino, scrive ai giovani che in essa vivono, studiano e si costruiscono un futuro. In essa don Bosco propone alcune riflessioni e alcuni impegni concreti che possono essere di stimolo affinché viviamo con gioia e impegno la nostra vita. Lettera ai Giovani scritta da Don Bosco